Smaltimento Lampadine al Neon

Vi siete mai chiesti dove buttare lampadine? Secondo il decreto legislativo 152 emanato nel 2006, le lampade a neon vengono classificate come rifiuti speciali pericolosi:  codice CER 200121*

tubi e le lampade fluorescenti, infatti, contengono alte quantità di mercurio, un metallo di transizione particolarmente pesante e tossico, nocivo sia per la salute dell’uomo che per l’ambiente in cui viviamo.

Proprio per questo motivo è necessario provvedere allo smaltimento delle lampadine a neon portandole in un centro di raccolta specializzato nel settore che eseguirà tutte le operazioni secondo le norme in vigore, nel pieno rispetto dell’ambiente e con un approccio eco-sostenibile volto anche al riciclo.

La Smaltimento Rifiuti Veneto è l’azienda specializzata in smaltimento di un ampio assortimento di rifiuti, tra cui smaltimento neon esausti.

Ma come avviene nello specifico lo smaltimento delle lampade a neon e dei tubi fluorescenti che si possono trovare sia nelle nostre case domestiche che nelle aziende, nelle strutture ospedaliere e di ristorazione?

Tutte le fasi per un corretto smaltimento neon esausti

Prima di tutto l’azienda si preoccupa di effettuare un sopralluogo nella zona da trattare, eliminando le lampade a neon e i tubi al neon e provvedendo ad un imballaggio corretto all’interno di contenitori appositi. Successivamente bisogna trasportare le lampade a neon nel centro di raccolta autorizzato e concludere l’operazione con lo smaltimento presso strutture autorizzate.

Solo in questo modo è garantita la piena sicurezza della nostra salute; è importante sottolineare che il mancato rispetto di questa procedura prevede il pagamento di multe e sanzioni anche pesanti. Gli stessi produttori di lampade a neon e tubi fluorescenti devono sbrigare le pratiche di smaltimento in tempi molto brevi, massimo 12 mesi.

L’azienda Smaltimento Rifiuti Veneto oltre a smaltire lampadine è specializzata nello smaltimento di rifiuti pericolosi e non solo, con tanti servizi offerti al cliente più esigente.

Non solo smaltimento lampadine

Oltre alle lampade a neon e ai tubi al neon fluorescenti, esistono molte altre tipologie di rifiuti speciali e pericolosi: è importante conoscerli per non mettere a rischio la nostra salute e quella delle persone che ci stanno accanto, ma anche l’ambiente e la casa in cui viviamo, gli spazi che condividiamo con la nostra famiglia e i nostri figli.
Ecco una lista puntuale dei cosiddetti rifiuti speciali pericolosi:

  • smaltimento lampadine basso consumo e smaltimento lampadine led
  • rifiuti di origine civile contenenti sostanze nocive
  • rifiuti urbani pericolosi (RUP) che devono essere smaltiti in maniera differenti dai semplici rifiuti urbani solidi
  • pile esauste
  • medicinali scaduti
  • rifiuti industriali sanitari ed ospedalieri
  • pile e batterie che contengono piombo
  • imballaggi pericolosi e taglienti
  • vernici, sostanze fissative tossiche, solventi
  • fanghi derivati da industrie
  • polveri di metallo
  • oli esausti di origine sintetica

Lampadine al neon: un servizio efficace e veloce per i rifiuti pericolosi

L’azienda Smaltimento Rifiuti Veneto opera nelle città di Vicenza e Verona e si preoccupa non soltanto del trasporto e dello smaltimento di rifiuti di vario genere, ma provvede a raccogliere i materiali nella zona interessata.
Offre un servizio di gestione personalizzato ad hoc per le aziende venete che generano rifiuti pericolosi e tossici, secondo le esigenze e le politiche aziendali della ditta stessa.

Oltre ai rifiuti speciali pericolosi, la Smaltimento Rifiuti Veneto è specializzata nello smaltimento di altri materiali oltre il neon lampade, come il legno, toner esausti, rifiuti tessili, imballaggi pericolosi, strutture in eternit e in amianto, pile e batterie, olio esausto, toner, fanghi depurativi, medicinali e rifiuti ospedalieri, pannelli fotovoltaici, rifiuti meccanici, elettronici e molto altro ancora.

Per qualsiasi informazione e per avere un preventivo preciso basta visitare il nostro sito e compilare il coupon dedicato. Si verrà contattati da un consulente dell’azienda che tratterà il caso del cliente in modo personalizzato alle sue esigenze.