Quando si parla di smaltimento rifiuti il pensiero corre sempre ai rifiuti pericolosi oppure a materiali riciclabili quali carta, vetro e plastica. Nessuno associa mai la parola rifiuto al settore tessile. Eppure anche lo smaltimento rifiti tessili, qualunque sia la loro provenienza, devono seguire determinate procedure, sia per evitare l’inquinamento dell’ambiente che per essere in regola con la normativa vigente. Ma come si smaltiscono correttamente i rifiuti tessili? Scopriamolo nella guida che segue.

Come smaltire i rifiuti tessili domestici?

smaltimento rifiuti tessiliI rifiuti tessili domestici sono rappresentati da abiti vecchi, lenzuola, coperte, asciugamani e tutto ciò che è realizzato in tessuto e che non utilizziamo più.

Sbarazzarsi di questo materiale è molto semplice perché è sufficiente conferire il tessile nelle apposite campane di raccolta dell’usato.

Il consiglio è quello di inserire solo tessile pulito, lavato e piegato in sacchetti della spesa da chiudere, così da consentire alle aziende che si occupano della raccolta di poter distribuire il tessile in buone condizioni ad apposite associazioni che si occupano della distribuzione ai più bisognosi. Il resto invece viene avviato al riciclo.

Come smaltire i rifiuti tessili commerciali?

Le fibre tessili, sia quelle naturali che quelle sintetiche, con le quali vengono realizzati abiti e accessori tessili per la casa possono essere in gran parte recuperati attraverso un processo di riciclo. Il resto deve essere invece smaltito secondo procedure specifiche. Per questo i negozi che hanno abiti o altro tessile da smaltire devono o conferire il residuo alle case di moda oppure rivolgersi ad aziende specializzate nel settore che possano raccogliere tutto quello che deve essere smaltito per eseguire le corrette operazioni.

Come smaltire i rifiuti tessili industriali?

Lo stesso discorso vale anche e soprattutto per le aziende di moda che producono tessile.

Lo scarto tessile, composto dai residui quali la fila, i ritagli, le testate, i frasami e i cascami, può essere venduto ad aziende specializzate che utilizzano questi residui per altre produzioni.

Ciò che non può essere riutilizzato deve invece essere conferito nelle apposite discariche e smaltito secondo indicazioni di legge attualmente in vigore. In questo modo si garantisce la salvaguardia dell’ambiente e si evita l’inquinamento sotto ogni forma, oltre a preservare l’azienda da possibili multe molto salate.

A chi rivolgersi per smaltire i rifiuti tessili commerciali e industriali?

Un nome di riferimento quando si tratta di smaltimento di rifiuti tessili sia commerciali che industriali è quello di Smaltimentorifiuti.veneto.it. La ditta, Aerreuno Srl, da anni è impegnata nello smaltimento dei rifiuti di ogni tipo e in particolare di quelli tessili.

La ditta si occupa di ogni fase dello smaltimento dei rifiuti tessili e offre ai suoi clienti un servizio completo che va dal ritiro a domicilio dei materiali di scarto fino al conferimento nelle discariche specializzate per il corretto smaltimento degli stessi.

Smaltimentorifiuti.veneto.it è sempre al servizio del cliente e può soddisfare ogni esigenza di smaltimento rifiuti tessili.

Quanto costa smaltire i rifiuti tessili?

Come accade sempre quando si parla di smaltimento rifiuti, riuscire a quantificare con esattezza il costo di ogni singola operazione di smaltimento è sempre complesso perché dipende dalla natura dello scarto tessile e soprattutto dalla quantità del materiale.

Per questo motivo il modo più giusto per sapere esattamente l’ammontare della spesa da affrontare è quello di richiedere un preventivo sul sito Smaltimentorifiuti.veneto.it. In questo modo in meno di 24 ore il cliente riceverà un preventivo gratuito trasparente e conveniente.

Summary
Smaltimento rifiuti tessile
User Rating
5 based on 2 votes
Service Type
Smaltimento rifiuti tessile
Area
Verona, Padova, Vicenza
Description
Consulenza e servizi di smaltimento rifiuti tessili e scarti industriale del settore tessile.